Emanuela Sellone

Emanuela Sellone, responsabile tecnico di Sportivamente scs

Sono Emanuela Sellone, lavoro in Sportivamente scs da dicembre 2015 e sono responsabile tecnico delle attività di bocce, pallavolo unificata, danza.

 

In cosa credo

Lo sport è sempre stato una costante nella mia vita, e penso che debba essere un aspetto fondamentale e importante nella vita di chiunque. Ritengo che lo sport sia scuola di vita, mezzo di inclusione sociale e strumento educativo.

Per questo motivo, credo che a tutti debba essere data la possibilità di praticare attività motoria e sportiva, a partire dalle caratteristiche personali di ognuno, in modo che tutti possano crescere e migliorare secondo le proprie esigenze e le proprie capacità.

Conosco la realtà dello sport per persone con disabilità intellettiva da molti anni, poiché fin da bambina ho avuto la possibilità di partecipare a diversi eventi Special Olympics sul nostro territorio.

Durante il terzo anno di Università ho svolto il tirocinio formativo presso la Cooperativa sociale Sportivamente all’interno della quale ho poi iniziato il mio percorso lavorativo nel dicembre del 2015.

 

La mia esperienza

  • Laureata in Scienze delle Attività Motorie e Sportive
  • Laureanda in Scienze dell’Educazione Motoria e delle Attività Adattate
  • Qualifica allievo-allenatore FIPAV
  • Brevetto di Tecnico di Pallavolo Unificata Special Olympics Italia
  • Brevetto di Assistente Bagnanti
  • Soccorritore BLS-D
  • Tecnico allenatore di pallavolo categoria minivolley e settore giovanile maschile.
  • Tecnico educatore/animatore sportivo in centro estivo multisportivo, camp estivi di pallavolo, settimane estive di sport outdoor e avventura.
  • Responsabile attività motoria in progetti scolastici e attività dopo-scuola in diversi istituti comprensivi, con bambini dai 3 ai 10 anni.

Ho conseguito la laurea in Scienze delle Attività Motorie e Sportive nel 2014, presentando una tesi dal titolo “Special Olympics – Lo Sport come mezzo di educazione e inclusione sociale”, per raccontare la mia esperienza all’interno del mondo di Special Olympics Italia e l’importante valore che lo sport assume per la crescita personale e l’inclusione sociale delle persone con disabilità intellettiva.

Ho deciso di continuare il mio percorso di studi in Scienze dell’Educazione Motoria e delle Attività Adattate, poiché credo fermamente nei benefici dello sport per tutti, non solo per un miglioramento dal punto di vista motorio e fisico, ma anche per gli aspetti emotivi e per la crescita personale che l’attività sportiva comporta.

 

Durante i primi anni di università, ho iniziato a lavorare sia con bambini dai 4 ai 12 anni, sia con gli anziani.

Durante l’anno (settembre/giugno):

  • attività motoria in progetti scolastici e attività sportive dopo-scuola in diversi istituti comprensivi,
  • attività di minivolley,
  • corso di ginnastica dolce per anziani.

Durante l’estate (giugno/settembre):

  • camp estivi sportivi,
  • settimane verdi sport outdoor e avventura.

 

Responsabile tecnico